"Te' nel Deserto"

No........non stiamo parlando del famoso film del 1990 di Bernardo Bertolucci: “Il Tè nel Deserto” ma della nostra bellissima esperienza vissuta in uno dei luoghi più affascinanti della terra, il deserto del Sahara, luogo nel quale abbiamo avuto la possibilità di gustare questa favolosa bevanda.

Ci trovavamo appunto nel deserto, precisamente a Merzouga in Marocco, vicino al confine con l’Algeria, ospiti di una famiglia nomade. Appena arrivati veniamo accolti dai dei bambini, incuriositi dalla nostra presenza, e dal capo famiglia che ci conduce per tutto l’accampamento, descrivendoci la loro vita quotidiana lontano dalla civiltà.

A casa dei nomadi nel deserto del Sahara

Visitate le stanze principali ci accomodiamo nella tenda più grande e ci sediamo a piedi nudi su un grosso tappeto, ad ammirare la pratica del servizio del Tè; questo infatti viene versato dall’alto con delle teiere d’argento in dei piccoli bicchieri di vetro.

Inizialmente siamo un po’ scettici nel berlo, primo per paura dell’acqua contaminata e non filtrata, secondo per il grande caldo, infatti nel deserto c’erano circa 45 gradi.

Il capo famiglia ci toglie tutti i nostri dubbi spiegandoci che l’acqua viene bollita ad alte temperature con la conseguente eliminazione di tutti i batteri e ci mette inoltre a conoscenza che gustare il tè bollente nelle ore più calde della giornata, oltre che a rifornire il fisico di acqua e zucchero, provoca

un sensazione di freschezza facendo traspirare il calore dal nostro corpo, anche se la sensazione iniziale è quella di un gran caldo.

Servizio del tè

 Per prepararlo è necessario far bollire l’acqua con un po’ di Tè nero o verde e successivamente aggiungere una gran quantità di menta fresca e zucchero. Et voilà.....il tè è servito!!!

 

Scrivi commento

Commenti: 0