Ischia, l'isola del benessere

Se dovessimo pensare ad una località dove poter abbinare mare, escursioni e buon cibo, salta subito alla mente la meravigliosa Ischia.

È già passato un pò di tempo dalla volta in cui siamo stati su quest’Isola e forse è proprio per questo che abbiamo già un’irrefrenabile voglia di tornarci.

È stata quella, una settimana all’insegna del divertimento, ma anche del relax, una vacanza ideale per coppie, famiglie e gruppi di amici.

Un treno da Firenze con direzione Napoli centro e in un paio d’ore siamo già in stazione.

Da qui poi ci sono vari modi per raggiungere il porto: con i mezzi pubblici, partendo da Piazza Garibaldi, con i taxi, oppure a piedi come abbiamo fatto noi, con una passeggiata di circa 30 minuti.

Ischia la si può raggiungere con aliscafo o con traghetto non solo dal porto di Napoli ma anche da quello di Pozzuoli e Salerno, nonché da tutte le località della costiera dove però il servizio è garantito solamente durante il periodo estivo.

Tuttavia per maggiori dettagli e informazioni utili, vi consigliamo di effettuare qualche ricerca online, dove potete trovare alcuni siti molto utili in cui usufruire di un comodo comparatore prezzi dei traghetti per Ischia per scegliere la soluzione più conveniente e più in linea alle vostre esigenze. Vi potrete informare anche su tutti i collegamenti tra le varie isole dell’arcipelago Partenopeo come Capri e Procida raggiungibili in pochissimo tempo.

Appena sbarcati su quella che viene chiamata l’isola verde si ha subito una sensazione di benessere e a bordo delle tipiche “carrozzelle” o api raggiungiamo la nostra struttura situata a Forio.

Da qui parte ufficialmente la nostra vacanza, rigorosamente in motorino! Che vi raccomandiamo soprattutto nel periodo estivo causa l’elevato traffico!

Una delle prime immagini che abbiamo di Ischia è il suo “fungo” a Lacco Ameno, uno scoglio di tufo verde che rappresenta un po’ uno dei simboli di quest’isola e lo sfondo per una foto che soprattutto al tramonto diventa quasi d’obbligo.

Fungo di Lacco Ameno

Inutile dire che qui le spiagge sono una più bella dell’altra e fare un tuffo ed una nuotata in queste acque è qualcosa che rigenera corpo e mente. Tra le principali comunque ci sono sicuramente:

  • San Francesco, che si trova nel comune di Forio è una spiaggia facilmente raggiungibile e lunga circa 300 mt. Da qui si può godere di tramonti mozzafiato grazie alla sua esposizione ad ovest.
  • Sorgeto, delle vere e proprie terme naturali, grazie all’acqua calda che sgorga da questa baia e che ci regala momenti di vero relax.
  • Baia di Cartaromana, raggiungibile attraverso una lunga scalinata o con taxi boat e dalla quale si ha una vista mozzafiato del Castello Aragonese che compare maestoso davanti ai nostri occhi.

Vista su Castello Aragonese

  • Spiaggia dei Maronti, qui abbiamo assistito ad un fenomeno strepitoso, che si verifica grazie all’attività vulcanica dell’isola “le fumarole” (o come viene chiamato a Ischia il respiro del dio Tifeo) ovvero nuvole di vapore che fuoriescono dal sottosuolo e che raggiungono i 100°C. Si dice che un tempo questa sabbia calda servisse per curare il corpo. Oggi viene usata invece per scopi alimentari, e non è difficile infatti trovare qualcuno che cuoce uova o patate.

Fumarole

Uova e patate in cottura

Quest’ultima spiaggia si trova nella zona di Sant’Angelo, una delle principali mete turistiche ed esclusive dell’Isola, forse anche perché quel lembo di terra che collega il piccolo borgo ad un isolotto le dona un fascino indescrivibile, non solo di giorno ma anche durante la sera quando si illumina con le luci dei suoi numerosi ristorantini e boutique, animandosi di turisti attirati o da un aperitivo al tramonto o dall’ottimo pesce che si può trovare ad una delle tante sagre.

Sant'Angelo di notte

Ischia è romantica…e a noi piace da morire! Sul lungomare di Forio, mentre viaggiamo in motorino, la nostra attenzione viene catturata da un altro spettacolo che la natura ancora una volta ci regala. Due enormi scogli di tufo, modellati dal vento e dal mare, che somigliano quasi a due innamorati che stanno per scambiarsi un bacio.

Francesca agli scogli degli Innamorati

Il nostro giro su questa meravigliosa Isola prosegue in direzione del Torrione, una torre altissima che domina l’intero abitato, costruita un tempo come punto di avvistamento e di difesa del paese contro i corsari, e diventata poi simbolo di Forio insieme alla vicina chiesa di Santa Maria del Soccorso, che si erge su un promontorio a picco sul mare, entrambe visibili anche dal belvedere di Zaro.

Ed è proprio da quassù che i nostri occhi possono ammirare un panorama che ci rimarrà impresso a lungo, dove Ischia ci appare in tutto il suo splendore, mostrandoci le sue due metà, quella di terra e quella di mare, come una vera e propria cartolina vivente.

Vista dal Belvedere di Zaro

Ma le sorprese non sembrano finire perché a pochi passi troviamo il bosco della madonna di Zaro, un santuario mariano dove numerosi fedeli vengono a pregare la Vergine.

Santuario Madonna di Zaro

Viene da chiedersi cosa si possa volere di più, ma in realtà c’è ancora qualcosa da dire e si tratta dei suoi eccellenti centri termali come il Poseidon o il Negombo che rendono Ischia celebre in tutto il mondo, grazie alle sue acque benefiche sia per trattamenti estetici che di salute come malattie respiratorie, reumatismi, e dermatiti.

Ma è in ogni luogo di quest’ Isola che abbiamo provato una piacevolissima sensazione di benessere lasciandoci dentro quella voglia di tornarci al più presto!

Tramonto da una piscina termale di Forio

Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!